top of page

Depressione e Arteterapia


Depressione e arteterapia

La Depressione una malattia invalidante che coinvolge spesso sia la sfera affettiva che cognitiva della persona, influendo negativamente in modo disadattativo sulla vita della stessa. Spesso è la risposta ad un evento talmente grave che la persona non è in grado di reagire.

C’è spesso un evento scatenante che da’ origine alla depressione; a volte si tratta di esperienze luttuose, ma può trattarsi anche di esperienze individuali di altro genere, momenti difficili e gravosi.


La depressione non è uno stato di tristezza

La depressione non è uno stato di tristezza; la persona depressa generalmente non dice di esser triste, il depresso non ama la compassione, ma si sente solo e isolato e spesso anche incompreso perché non riesce nemmeno a comprendere se stesso.

Il suo atteggiamento interiore è quello di non avere prospettive per il futuro: per lui il futuro è solo la continuazione del passato, ma per lui il passato è stato terribile.

L’autostima è compromessa, possono comparire la perdita dell’appetito e disturbi nel sonno. Si sperimenta uno stato di pesantezza, si provano sensi di colpa.

Alcune depressioni possono colpire la persona all’improvviso, non deve esserci necessariamente un evento scatenante. Altre compaiono in primavera e in autunno mentre in estate e in inverno non si manifestano.


Goethe scrisse in “Poesie e verità” che la malattia peggiore per un uomo era non riuscire a percepire se stesso in armonia con le stagioni.

Quando la stagione diventa sempre più bella e a maggio la natura è rigogliosa e fiorita ma l’anima non è capace di sostenere quell’esperienza, quando in ottobre le foglie si colorano, i frutti maturano e tutto torna ancora una volta ad essere meraviglioso, la persona depressa non riesce a tenere il passo con la natura esteriore.

La dissonanza tra lo stato esteriore della natura e ciò che sperimenta interiormente diversamente dalle persone che lo circondano diventa sempre più grande. Quando poi arriva novembre grigio e umido, e tutti si lamentano del clima, il depresso prova un grande sollievo. Si sente al sicuro perché vede che gli altri non stanno molto meglio.


In ogni depressione abbiamo una diminuzione delle forze di luce e calore


Le persone che ne soffrono hanno un aspetto spento e il loro sguardo è privo di lucentezza.

Inoltre troviamo una carenza di calore che puo’ essere intesa anche fisicamente, spesso chi è depresso ha mani e piedi freddi.

Per contrastare la depressione, l’oscurità e la pesantezza, è necessario agire sul sistema ritmico che è portatore di vita. L’arte si prende cura del sistema ritmico, della nostra vita di sentimento, tramite gli esercizi di arte-terapia Stella Maris vengono equilibrate le unilateralità, così si sviluppa un ponte tra pesantezza e leggerezza, tra tenebra e luce tramite l’utilizzo dei colori ad acquerello.


Il colore è movimento, la nostra anima si manifesta soprattutto nella sfera del movimento


Nel mondo fisico il movimento lo troviamo nel ritmo della respirazione, della circolazione sanguigna, nel mondo dell’anima il movimento è alla base del colore. Il movimento è il tessitore della vita, ci da la vita e mantiene in vita e guida l’anima. La mancanza di movimento interiore come ad esempio lo è l’apatia generata dalla depressione è tanto devastante quanto lo è la mancanza di luce o di calore.

Gli esercizi del metodo di arteterapia Stella Maris permettono a chi dipinge di scaldare la sua vita dell’anima accompagnando la persona a trasformare la sua iniziale oscurità per aprire un piccolo spiraglio di luce che nascerà dal lavoro costante con gli esercizi del metodo in una collaborazione proficua con l’arteterapeuta durante gli incontri individuali.

Aiutaci ad aiutarli

L’associazione Stella Maris nell’augurarvi un felice Natale e un bellissimo 2021 coglie l’occasione di ricordarvi che è ancora attiva l’iniziativa di raccolta fondi per Aiutarci a creare nuove figure professionali in grado di esercitare questa fantastica professione.

Se vuoi partecipare anche tu a questa nostra iniziativa basta cliccare sul bottone qui sotto e aderire anche solo con un piccolo gesto. Grazie!

Angela Frattini – arteterapeuta* del colore secondo il Metodo Stella Maris, membro del Consiglio Direttivo presso l’Associazione Culturale Stella Maris

*iscritta nel Registro Professionale SIAF al n. ER005-AR Professionista disciplinata dalla Legge 4/2013


Comments


bottom of page