top of page

L’origine del nome “Stella Maris”


Molti ci chiedono il significato e l’origine del nome “Stella Maris”

Qualcuno è curioso di scoprire il significato etimologico del nome, ma qualcuno vorrebbe sapere perché abbiamo scelto proprio “Stella Maris” per dare un senso al nostro agire, quello di consentire la nascita di nuovi arteterapeuti del colore che possano portare il vento della guarigione profonda a quante più persone possibile.

Ora ti raccontiamo proprio del nostro nome.

Si tratta di una “etimologia spirituale” che, se meditata a fondo, può rivelare molte cose. Che cosa sia la maris stella, Fulberto cerca di illustrarlo, servendosi di una di quelle luminose immagini, entro cui il Medioevo intesseva i suoi pensieri ancora viventi, e grazie a cui anche per noi può riprendere vita l’essere di quella stella immobile , rifulgente di sublime splendore sulle onde agitate del mare: come i naviganti quando percorrono il mare, devono guardare la stella che splende all’alto polo celeste, e regolare su di essa il loro viaggio per giungere sicuri al porto di destinazione, così tutti i cristiani che remano tra i flutti di questo mondo, seguono questa stella del mare, Maria, che è la più vicina al polo supremo, Dio, e in base al suo modello regolano il viaggio della loro vita.


da ”La meraviglia di Chartres” di Karl Heyer sul sermone sul nome di Maria di Fulberto vescovo di Chartres -c.960-1028- )


Parlare di Stella Maris significa gettare uno sguardo necessariamente colmo di silenzioso stupore sulle viventi immagini risplendenti nel popolo e nei dotti, che nell’epoca antica vivevano l’inizio dei nuovi tempi portati dal Cristo con le forze dell’anima razionale e affettiva e nelle crepuscolari forze chiaroveggenti.

Vuol dire anche avvicinarsi alla conoscenza della missione dei neo-platonici nella cultura europea medioevale, dell’alta scuola di Chartres del XII secolo, che, come ci comunica Rudolf Steiner , prima dell’avvento degli influssi aristotelici del tomismo per lo sviluppo del chiaro pensiero intellettuale, hanno plasmato l’anima dei giovani popoli europei ancora legati alla realtà spirituale della natura con la rivelazione cristiana in viventi immaginazioni spirituali ma già in umano pensiero.

E che significato ha riproporre oggi la parola “Stella Maris”, nel tempo dell’anima cosciente per un’umanità così diversa 900 anni dopo il fulgido tempo della scuola di Chartres, come nome di una scuola di arteterapia antroposofica ? Quali forze spirituali, quali qualità dell’anima possono incontrarsi sotto la luce della “stella del mare” che oggi è presente per l’umanità in forma ulteriormente metamorfosata?

Il nome “Stella Maris” per la scuola di arteterapia di Bologna rappresenta l’aver riconosciuto, grazie all’antroposofia, la realtà delle eterne immagini spirituali plasmanti il cosmo e l’uomo.

L’ approfondimento della natura spirituale dell’uomo sano ed ammalato, congiunta alla conoscenza della realtà spirituale dei colori data dalla scienza goethiana-steineriana e tramite la composizione di una seria metodologia al riguardo, vorrebbe avere una valenza terapeutica per l’uomo moderno che, pur con tutta l’umiltà necessaria al riguardo, può rievocare e far riecheggiare oggi quella santa forza dell’immagine mariana medioevale citata in premessa.

Stella Maris, come ricorda Massimo Scaligero nella sua opera “Il Graal” rappresenta la meta dell’operazione solare, l’Essere del Sacro Amore, “la vita perenne della luce, la luce che domina le acque”, la luce marina.

Il riverbero della luce solare nella miriade di specchi argentei dell’acqua marina ridona un’immagine di profondità e di senso al dialogo tra l’anima lunare e lo spirito solare nel percorso di autocoscienza guidato dall’arteterapeuta.


Vieni anche tu a far parte di questa vocazione profonda.

Ti aspettiamo!



댓글


bottom of page